Introducing me: chi si nasconde dietro Diary of a bibliophile?

cropped-io-a-linee-e-colori.jpg

E’ altamente probabile che molti di voi siano arrivati dritti dal mio canale Youtube, ma mi sembra comunque doveroso presentarmi anche solo per avere una scusa in più per sgranchire un po’ non solo le dita, ma anche la mente. Sono infatti passati anni, forse dieci, forse di più, dall’ultima volta in cui ho scritto qualcosa che non fosse un tema, un saggio o una tesi di laurea e temo quindi che la mia prosa, lessico e uso della punteggiatura siano un po’ arruginiti. Perdonatemi quindi se il mio discorso scricchiolerà un po’, ma sono ormai abituata a cianciare a vanvera su Youtube dove i miei balbettii non sono di intralcio, bensì assurdamente spassosi, ma so perfettamente di non potermeli permettere su carta.

Detto ciò, benvenuti! Vi accolgo calorosamente sul mio blog. E’ piccolo e bruttino (fondamentalmente perché non ho idea di cosa sia un codice hotmail, si mangia?), ma è un luogo che forse potrà permettermi di dedicarmi di più alle mie passioni, anche quelle che si allontanano un po’ dall’ambito letterario. Certo, sul canale mi è capitato di parlare di altri argomenti – film, serie tv, pittura e altre cose gioiose – ma mai di poterli approfondire. Forse il blog mi darà questa possibilità, questo dono.

Ma ora la pianto con le premesse e andiamo dritti al punto: mi chiamo Erika (con la k, ci tengo), ho 22 anni (ma ne dimostro 16, 18 forse), mi sono laureata l’anno scorso in Lingue e Letterature Moderne e Classiche e al momento sto frequentando un corso di laurea magistrale in Lingue, Letterature e Traduzione (un’impresa all’apparenza titanica, ma forse posso farcela). Sono nata e cresciuta a Bologna, ho frequentato un liceo scientifico e direi che qua finiscono quelle noiosissime informazioni di circostanza che non interessano mai a nessuno. Ora passiamo alle cose divertenti.

Mi piacciono i libri (questo direi che non è mai stato un mistero), sono infatti un’avida divoratrice di storie, sempre stata e sempre lo sarò. La mia passione per la letteratura è più grande di me (non che ci voglia poi tanto, son ben magrolina, ma non fatevi ingannare da questa sottigliezza, quando dico “grande” intendo “immensa, gigantesca, titanica“) e questo mi ha spinto ad aprire un canale Youtube nel 2014 e chi l’avrebbe mai detto che condividere il mio grande amore per le parole mi avrebbe portato a vivere una delle esperienze più belle e arricchenti della mia intera esistenza? Io di certo no.

Però non mi piacciono mica solo i libri. Se c’è una cosa che dovete sapere di me è che ho un cuore grandissimo, c’è molto spazio da spartire e quindi anche le cose che amo sono tante. Perciò immaginatevi questo: tante cose, forse troppe, tutte aggrovigliate che palpitano, scalciano, si sbracciano per farsi vedere. Alcune le apprezzo e coltivo più di altre, ma sono contenta che ci sia tutta quella folla là dentro, mi fa sentire piena e la mia vita così ha quella marcia in più che non fa mai male. Ma quali sono, vi chiederete giustamente, le altre tue passioni? 

Vi faccio una lista, che forse ci capiamo meglio entrambi: la danza, la pittura, le lunghe passeggiate, la natura, la fotografia, il canto, i film, le serie tv, i dolci (soprattutto mangiarli, ma ogni tanto provo anche a farli), Parigi, i pinguini, raccogliere le conchiglie. Ora, vi ricordate quello scalpitio di cui vi parlavo prima? Quello dove tutte le cose che amo si azzuffano per farsi vedere? Ecco, queste sono quelle che hanno vinto questa volta, le altre probabilmente le vedrete in futuro; è uno dei motivi per cui ho deciso di aprire questo blog.

Se avete voglia di scoprire e scoprirmi e, soprattutto, se volete seguirmi in questa pazza avventura mi trovate qui, in questo piccolo ritaglio del web. Non so ancora di cosa parlerò, non so ancora quando nè come. Non so nemmeno se riuscirò a scrostare la ruggine di cui vi accennavo prima, quella che blocca un po’ le parole. Però so che voglio provare, quindi mi butto e vediamo come va.

Ci vediamo alla prossima, sperando di trovarvi al mio fianco.

Pubblicità

8 pensieri riguardo “Introducing me: chi si nasconde dietro Diary of a bibliophile?

  1. Il tuo lessico e la tua punteggiatura sono nettamente superiori rispetto ai miei, e di gran lunga fidati io sono casinista in tutti i sensi…ma comunque Benvenuta! Sono molto felice di trovarti su questa piattaforma, ti auguro il meglio sia per il canale sia per il blog ❤

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...